Palazzo Barbarigo della Terrazza

 


Venezia: Palazzo Barbarigo della Terrazza - 29 kB


Osservazione generale:

 1566-1570
architetto:Bernardin Contin
Indirizzo:San Polo 2765
Uso attuale:privato / Centro Tedesco di Studi Veneziani
Veduta aerea:localizzare

Descrizione:

Il palazzo, eretto nel Cinquecento per Daniele Barbarigo, figlio di un altro Daniele, ha solo due asse di finestre sul Canal Grande. La facciata principale con due quadrifore sovraposte dà sul Rio di San Polo. Mentre le finestre singole dell'ala sul Canalazzo hanno la stessa altezza, la loggia del primo piano nobile è più alta di quella del secondo. La vasta terrazza di 300 metri quadrati era inizialmente, secondo la monografia del Siebenhüner, un giardino pensile; teoria dismessa recentemente da chi scrive, trattandosi in verità di una seconda fase di costruzione, con la quale il palazzo fu esteso fino alla sponda del Canal Grande. Una calle stretta, separando il Barbarigo del adiacente Palazzo Pisani-Moretta, va ai ingressi da terra per i due piani nobili. Verso l'edificio adiacente al nord si trova un piccolo cortile che dà anche luce al scalone del primo piano.
Dopo l'estinzione dei Barbarigo di San Polo, passò per eredità a un ramo dei Giustinian. Nel 1850, il conte Nicolò Antonio Giustinian Cavalli, anche proprietario del Palazzo Cavalli Franchetti, vendò l'intera collezione d'arte, comoresi alcuni dipinti di Tiziano, al czar. Nel primo piano nobile del palazzo, ora adibito ad uso di Centro Tedesco dei Studi Veneziani, sono conservati alcune sopraporte ottocentesche, travi cinquecenteschi dipinti, e un camino di stucco collocato nel palazzo probabilmente nel primo secolo XX. Nel secondo piano nobile, proprietà dei conti Loredan, si trovano decorazioni del tardo Settecento, eseguiti in occasione della nozze Barbarigo-Pisani del 1793. Una allegoria della Concordia maritale accompagnata dalle Virtù cardinali è attribuita a Vincenzo Guarana, che eseguž anche i quadri del portego. Altri dipinti, per esempio una Aurora di Sebastiano Santi, risalgono al primo Ottocento.
Il mezzanino fu trasformato in albergo nel 2006 e 2007.

altri immagini:


Portale sul Rio di San Polo con testa di "Daniele"
23 kB (100x66)

Edifici parenti

Annotazioni

Huse/Wolters (1996) p. 78
Siebenhüner (1981)
Wolters (2000) p. 36
Schulz, Juergen: Venetian Painted Ceilings of the Renaissance. Berkeley, Los Angeles 1968, p. 118s

Risorse web esterne


 

© 1999-2007 J.-Ch. Rößler
palazzi a Venezia — Contatto: contatto

Contatto Venezia